Saluto del Direttore Generale USR Lombardia

Milano, 14 settembre 2020

 

In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico rivolgo il mio saluto a quanti, in tutte le scuole della Lombardia, si preparano a vivere un nuovo inizio.

Dopo mesi di incertezza e di attesa, oggi finalmente le studentesse e gli studenti, le loro famiglie, i dirigenti scolastici, il personale docente e ATA possono tornare ad incontrarsi nella propria scuola, riacquistando all’apprendimento la dimensione della socialità e della relazione in presenza repentinamente interrotta lo scorso febbraio. Da allora i nostri studenti si sono trovati di fonte a una prova difficile per tutti: alcuni hanno visto da vicino la malattia, la perdita del lavoro, il lutto, per altri sono svaniti i progetti, come il periodo di studi all’estero. Allora, alunni e studenti, guidati dai docenti con la didattica a distanza e supportati dalle proprie famiglie, si sono distinti per costanza e per compostezza nell’osservanza delle regole imposte dall’emergenza epidemiologica, come ha dimostrato l’ordinato e positivo svolgimento degli esami conclusivi secondo ciclo di istruzione.

Anche ora insegnanti e dirigenti sapranno accogliere i propri studenti con rispetto e sapranno proteggerli.

La scuola oggi apre le lezioni in presenza per conquistare con slancio una rinnovata normalità, caratterizzata dalla ricerca di un equilibrio tra istanze apparentemente inconciliabili: socialità e sicurezza, bisogni della collettività ed esigenze dei singoli.

La scuola è il luogo in cui le aspirazioni di realizzazione di ciascuno possono trovare soddisfacimento a partire da un impegno serio e appassionato.

Ogni anno la scuola, terreno di frontiera tra il presente e il mondo che ci attende, cresce con i bambini e i giovani, sviluppando una crescente flessibilità nei linguaggi, nei metodi e nell’individuazione di nuovi traguardi, sotto questo aspetto il nuovo anno scolastico ci riserverà nuovi scenari.

Alle studentesse e agli studenti auguro di affrontare la sfida che li attende con passione, impegno e fiducia nelle proprie capacità, trovando sostegno negli adulti di riferimento: nei momenti di maggiore incertezza, il dialogo con i genitori e gli insegnanti rappresenta la sola via per affrontare e superare le difficoltà.

Ai docenti esprimo il mio ringraziamento per l’impegnativo lavoro svolto nel periodo emergenziale e rivolgo loro un augurio per il delicato compito di conquistare al sapere i giovani e di radicare in loro i valori fondativi della convivenza civile e democratica.

Ringrazio i dirigenti scolastici, che nel periodo estivo hanno sacrificato la pausa e il tempo del riposo per assicurare, insieme al personale amministrativo e ausiliario, le condizioni per una ripresa in sicurezza e che stanno rendendo possibile quello che solo alcune settimane or sono sembrava impossibile.

Un augurio di cuore va ai dirigenti ai quali è appena stato conferito l’incarico affinché si adoperino per instaurare un clima collaborativo nelle loro scuole e per valorizzare le qualità umane e professionali dei propri collaboratori.

Auguro buon lavoro anche al personale dell’amministrazione scolastica nei territori, ai dirigenti amministrativi e ai funzionari che si adoperano per garantire l’efficienza e la puntualità dei servizi scolastici.

Buon anno scolastico 2020-21!

 

Augusta CELADA

Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia

Pubblicata il 15 settembre 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.