Bacheca sindacale aggiornata al 22 settembre 2020

 

Settembre 2020

Comparto Istruzione e Ricerca - Settore Scuola. Sciopero proclamato per il giorno 3 ottobre 2020

 

Richiesta pubblicazione posti personale ATA

 

Appunti Effelleci n°55 del 21/09/2020

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 54 del 18/09/2020

Convocazioni dei supplenti dalle graduatorie d’istituto: scheda informativa

Indicazioni utili sulle supplenze conferite dalle scuole.

 

Riferimenti normativi

Ordinanza ministeriale 60 del 10 luglio 2020 (Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) e graduatorie di istituto)

Nota ministeriale 26841 del 5 settembre 2020 (Circolare delle supplenze)

Ordinanza ministeriale 83 del 5 agosto 2020 (Ordinanza concernente le misure per la ripresa dell’attività didattica in presenza nell’anno scolastico 2020/2021 nel rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19)

Le operazioni di conferimento delle supplenze annuali (31 agosto) o delle supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche (30 giugno) sono gestite da ciascun ambito territoriale provinciale.

Le graduatorie d’istituto sono utilizzate invece o in caso di esaurimento o incapienza delle GAE e poi anche delle GPS, oppure per le supplenze temporanee, tra cui rientrano anche gli incarichi dell’organico di emergenza, o “organico COVID” (di cui all’OM 83 5 agosto 2020).

Nomine dei supplenti art. 41 CCNL

In questi giorni, alla luce dei ritardi di nomina dei supplenti dalle GAE e dalle GPS, molte scuole hanno iniziato a convocare i supplenti per coprire le tante cattedre vacanti, con nomine stipulate secondo quanto stabilito dall’art. 41 del CCNL 2016/18.

“I contratti a tempo determinato del personale docente, educativo ed ATA devono recare in ogni caso il termine. Tra le cause di risoluzione di tali contratti vi è anche l'individuazione di un nuovo avente titolo a seguito dell'intervenuta approvazione di nuove graduatorie”.

Come avvengono le convocazioni degli aspiranti da GI

Le scuole convocano con la procedura informatica, che permette anche di riscontrare la situazione di occupazione totale o parziale degli aspiranti.

La convocazione riguarda solo coloro che siano parzialmente occupati o totalmente inoccupati.

La convocazione viene trasmessa via mail, per le supplenze pari o superiori a 30 giorni serve un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile per la risposta. Una volta individuato il docente che ha diritto alla supplenza e acquisita l’ accettazione questi ha 24 ore per la presa di servizio, salvo i casi previsti dalla normativa vigente (maternità o differimento per malattia, e altre condizioni previste dal contratto).

Differimento della presa di servizio

Il differimento va sempre comunicato, inoltre, ai sensi dell’art. 560 del Dlgs 297/94 se si assume  servizio  con  ritardo per giustificato motivo gli effetti economici decorrono  dal giorno in cui si prende effettivamente servizio, fatto salvo il caso del congedo per maternità, in questo caso la presa di servizio non è necessaria ai fini della produzione degli effetti economici.

Diritto al completamento

In caso di assenza di posti interi un supplente che sceglie un posto non intero ha titolo, in relazione alle posizioni occupate nelle varie graduatorie di supplenza, a conseguire il completamento d’orario. Questo può essere realizzato in una sola provincia, per un massimo di tre sedi scolastiche e due comuni. Il completamento può attuarsi anche mediante il frazionamento orario dei posti disponibili, salvaguardando in ogni caso l’unicità dell’insegnamento nella classe e nelle attività di sostegno.

Per realizzare il completamento si possono associare cattedre che abbiano una prestazione dell’orario omogenea, quindi anche cattedre relative a classi di concorso della secondaria di primo e secondo grado e può realizzarsi anche tra scuole statali e non statali.

Rinunce - mancata assunzione - abbandono del servizio

la rinuncia a una proposta contrattuale (o proroga o conferma) comporta per gli aspiranti inoccupati la collocazione in coda alla graduatoria di terza fascia relativa al medesimo insegnamento; la mancata risposta alla proposta equivale a rinuncia;

la mancata assunzione in servizio dopo l’accettazione comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze per il medesimo insegnamento in tutte le istituzioni scolastiche in cui si è inclusi nelle relative graduatorie;

l’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze, conferite sulla base delle graduatorie di istituto, per tutte le graduatorie di inserimento.

Lasciare supplenza da GI per supplenze annuali e al 30/06 o 31/8

Il personale in servizio per supplenza conferita sulla base delle graduatorie di istituto ha comunque facoltà di lasciare tale supplenza per accettare una supplenza al 31 agosto o 30 giugno, resesi disponibili entro il 31/12. Quindi le supplenze che vengono conferite tramite GAE o GPS.

Organico di emergenza “COVID”, di cui all’O.M. 5 agosto 2020 n. 83

Per i contratti relativi al personale docente chiamato in forza dell’OM n. 83 si procede utilizzando le graduatorie di istituto.

I posti relativi hanno decorrenza giuridica ed economica dalla data di inizio delle lezioni o dalla effettiva presa di servizio e hanno durata fino al termine delle lezioni.

In caso di sospensione delle attività didattiche in presenza, i contratti di lavoro attivati si intendono risolti per giusta causa, senza diritto ad alcun indennizzo. In caso di cessazione della sospensione, alla ripresa dell’attività didattica in presenza, i predetti contratti sono riassegnati ai precedenti titolari, ove ancora disponibili, ai fini della continuità didattica e dell’economicità dell’azione amministrativa.

Per quanto concerne le eventuali assenze del personale di cui all’OM 83/2020, è consentita la sostituzione del personale così assunto dal primo giorno di assenza.

Part-time

E' prevista dal C.C.N.L. 2006-2009 la possibilità di stipulare contratti a tempo determinato con rapporto di lavoro a tempo parziale. A tale scopo gli interessati dovranno presentare apposita istanza al dirigente scolastico al momento della presa di servizio.

Diritti contrattuali (congedo, aspettativa, etc.)

La stipula del contratto, opportunamente perfezionata dal dirigente scolastico attraverso le funzioni del sistema informativo, rende immediatamente fruibili gli istituti di aspettativa e congedo previsti dal CCNL.

Fonte:http://www.flcgil.it/scuola/precari/convocazioni-dei-supplenti-dalle-graduatorie-d-istituto-scheda-informativa.flc

cordialmente

 

Flc Cgil Mantova

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 53 del 17/09/2020

 

CONFERMA scioperi 24 e 25 SETTEMBRE 2020

 

#ATAnews è una rassegna specificatamente dedicata dalla FLC CGIL nazionale al personale ATA. Propone periodicamente un riepilogo correlato alle notizie più significative, pubblicate sul sito nazionale per valorizzare la collocazione dei lavoratori ATA nella vertenza generale sulla professionalità e sul contratto. È un resoconto centrato sulle nostre attività politico-sindacali-legali e sui risultati ottenuti.

In questo numero ci soffermiamo con degli approndimenti sul ciclo di seminari di formazione svolti a fine luglio assieme ai lavoratori, ai dirigenti ARAN e a quelli del Comitato tecnico scientifico che, lo ricordiamo, supportano il Capo del Dipartimento della Protezione Civile nelle attività finalizzate al superamento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Scarica il n. 7/2020.

 

La scuola riparte, ma è importante non spegnere i riflettori sui suoi problemi - FLC CGIL

“Pur nell’estrema varietà delle situazioni delle nostre 8.094 scuole, la scuola riparte. C’è chi è in affanno e chi è pronto, chi ha già la mensa allestita per partire e chi invece dovrà aspettare, chi attende i banchi monoposto e chi ha dovuto usare la fantasia per riorganizzare, ma ogni scuola è tesa alla ripartenza. E tutto questo ci racconta del grande senso di responsabilità e dell’impegno straordinario dei dirigenti scolastici, degli insegnanti, dei collaboratori scolastici, delle famiglie e naturalmente degli studenti, che hanno fatto davvero ogni sforzo per riuscire a riaprire in presenza”. Così Francesco Sinopoli, segretario generale della FLC CGIL, intervenendo il 14 settembre all’Assemblea generale della Cgil.

“Come FLC CGIL - aggiunge il dirigente sindacale - sentiamo di dover ringraziare la comunità educante se, in tempi così faticosi e pieni di paure, si dà avvio ad un anno scolastico seppur pieno di insidie e problemi ancora non risolti. La scuola riparte perché ha una forza intrinseca straordinaria, la consolidata capacità di resilienza di oltre 1 milione di donne e uomini che la amano, che per essa hanno passione e rispetto, e per essa lottano ogni giorno, contro ogni difficoltà. È stato così nei mesi del lockdown, quando la chiusura ha imposto lezioni a distanza e ha fatto smarrire relazioni umane decisive. La scuola si è risollevata e ha risposto come poteva, con le poche armi che aveva”.

“Già ad aprile avevamo indicato la strada per riaprire in presenza e in sicurezza - sottolinea Sinopoli - investimenti in personale, in edilizia scolastica, procedure straordinarie per coprire quanto più possibile i posti liberi di docenti e Ata. Come era nostro compito, abbiamo denunciato la vistosa perdita di tempo prezioso, l’incapacità di rispondere all’emergenza delle cattedre vuote con l’assunzione di personale in modalità semplificata. In tutti questi mesi abbiamo lavorato per risolvere problemi concreti come il Protocollo per lo svolgimento degli esami di maturità in presenza, il Protocollo del 6 agosto per la riapertura di settembre, la soluzione del problema dei lavoratori fragili. Più volte l’abbiamo ribadito: la pandemia cambierà l’Italia e la sua scuola, ma occorre una soggettività diversa, diversa da quella che ha parlato finora di riforme epocali ignorando il protagonismo di chi la scuola la fa. Invece abbiamo assistito ad un congelamento delle relazioni sindacali, fino alla disgustosa accusa di essere ‘sabotatori’”.

“Oggi, nel giorno in cui la scuola riparte facciamo in modo che non si spengano i riflettori su di essa - conclude Sinopoli - eliminazione della povertà educativa nel sud e nei territori deprivati, generalizzazione della scuola dell’infanzia, aumento del tempo scuola, fine delle classi pollaio, edilizia moderna, banda ultra larga per ogni scuola, collocazione di un assistente tecnico in ogni scuola del primo ciclo e di un collaboratore scolastico in più per ogni plesso del Paese, risoluzione del problema del precariato con un concorso ogni tre anni per tutte le figure professionali e il riconoscimento dei diritti acquisiti per chi ha lavorato per tre anni da supplente coerentemente con la normativa europea. Queste le basi del programma per una scuola che inveri l’articolo 3 della Costituzione e che sosterremo con le lotte a partire dalla giornata di mobilitazione di Priorità alla scuola del 26 settembreSenza scuola non ci sono diritti.

La scuola è la priorità del Paese. Video intervista di Collettiva a Francesco Sinopoli

 

Comparto Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola Scioperi per l’intera giornata dei giorni 24 e 25 settembre 2020.

 

Azioni di sciopero indette USB PI, UNICOBAS Scuola e Università, COBAS Scuola Sardegna e CUB Scuola Università e Ricerca (solo 25 settembre) riguardanti il personale docente, ATA, educativo e dirigente, a tempo determinato e indeterminato, in Italia e all'estero

 

Appunti Effelleci n°52 del 10/09/2020

 

Apertura relazioni sindacali contrattazione di istituto, a.s. 2020/21. Informazione preventiva e confronto (art.5 e 6 del CCNL 2016/18)

Le SS.LL. sono invitate a partecipare all’incontro che si terrà lunedì 14 settembre 2020 alle ore 15,00 con il seguente ordine del giorno:

1) Apertura relazioni sindacali contrattazione di istituto, a.s. 2020/21. Informazione preventiva e confronto (art.5 e 6 del CCNL 2016/18);

L’incontro avverrà a distanza attraverso la piattaforma Google Meet, digitando il seguente link:

meet.google.com/fcb-notb-ngr

Si allegano alla presente:

Informativa sui dati aggregati dell’attribuzione del bonus a.s. 19/20;

Utilizzo delle risorse (personale docente e ATA) a.s. 19/20

Tabella cattedre/organico

Informativa sulle materie di contrattazione

 

 

Indizione assemblea sindacale Unicobas, in modalita' online - 15 Settembre 2020 dalle h. 16.00 alle h. 18.00

 

 

Scuola: ancora troppi i problemi da risolvere, prima di tutto le cattedre vuote - FLC CGIL

Sono tanti i provvedimenti che mancano, a pochi giorni dall’inizio della scuola, per assicurare il rientro in sicurezza e garantire il diritto allo studio e non si tratta solo di mascherine e di banchi monoposto, anche se ad oggi ne abbiamo disponibili solo 100.000 su 2.400.000.

Siamo davanti innanzitutto all’enorme problema dei posti vuoti, effetto anche dell’impuntatura del Ministro Azzolina, che non ha voluto assumere con procedura semplificata il personale con tre anni di servizio per poi procedere successivamente alla sua selezione e che in tal modo ha allontanato la possibilità di avere 32.000 posti docenti in più coperti a settembre.

Dai decreti pubblicati sui siti ufficiali degli uffici scolastici regionali emerge che le immissioni in ruolo, ad oggi, sono poco più di 22.000 su un contingente di 85.000, meno del 30% dunque di quanto autorizzato, mentre le richieste per la call veloce come era largamente previsto, superano di poco le 2.000 unità.

Il numero delle supplenze per quest’anno forse non arriverà a 250.000 come sostiene Azzolina, ma di sicuro raggiungerà l’altrettanto spaventosa cifra di 200.000 unità.

Sono necessari provvedimenti straordinari sugli organici, anche su quello ATA, che, vista l’esigenza di costante igienizzazione richiesta dalla pandemia, va profondamente rivisto assicurando in ognuno dei 42.000 plessi scolastici italiani, almeno 1 collaboratore scolastico in più.

Per i docenti dell’organico aggiuntivo bisogna eliminare la stortura che ne consente il licenziamento senza alcun indennizzo in caso di didattica a distanza e superare le norme che impediscono di convocare un supplente fin dal primo giorno di assenza del titolare (questa possibilità non deve valere solo per gli eventuali supplenti nominati per l’emergenza COVID).

Tantissime segreterie sono senza direttore dei servizi, il concorso per queste figure ha coperto solo 1.100 posti sui 3.378 disponibili. Va risolta questa annosa questione facendo subito il concorso riservato ai Facenti Funzioni DSGA con tre anni di incarico.

I numerosi errori contenuti nelle nuove graduatorie per le supplenze (GPS) stanno mettendo a dura prova la tenuta dell’intero sistema, anche per l’indisponibilità del MI a correggerli centralmente invece di scaricare quest’onere, in un periodo di per sé complicato, sugli uffici territoriali e sulle scuole.

Mancano le disposizioni per utilizzare i “lavoratori fragili” anche laddove emergesse l’esigenza di mettere in quarantena il personale. Il Ministero batta un colpo e concordi per via contrattuale questa materia, come da impegno preso nel protocollo sulla sicurezza del 6 agosto scorso.

Occorrono misure rapide ed efficaci e relazioni sindacali costanti e corrette. Se è vero che la riapertura delle scuole in presenza e in sicurezza è la priorità delle priorità per il Paese, serve un’assunzione di responsabilità da parte del governo nel suo complesso per affrontare e risolvere questi problemi aperti.

 

Decreto dirigenziale di surroga Componente RSU d’Istituto

 

Fed. Gilda-Unams/SNADIR Lombardia - Foglio notizie - Numero 13 - settembre 2020

 

USB Scuola: Presentazione del libretto "Sicuri, A Scuola"

Rete Iside, insieme all’Unione Sindacale di Base e all’organizzazione studentesca OSA – Opposizione Studentesca d’Alternativa presenta oggi, 7 settembre 2020, alle ore 16.30, l'instant book "Sicuri, a scuola. Diritti e sicurezza ai tempi del Covid19". Sarà possibile seguire la presentazione online sul sito scuola.usb.it, sulla pagina facebook USB P.I. - Scuola e sul canale Youtube USB Scuola, interagendo con i relatori attraverso messaggi di testo.

Il testo che verrà presentato è articolato in due parti.

Nella prima parte dell’Ebook, intitolata “Formare un mondo diverso”, affrontiamo i problemi delle categorie specifiche dei lavoratori della scuola, quali i docenti e gli ATA, ma anche di differenti tipologie scolastiche, come quella che far riferimento a bambine e bambini da zero a sei anni, così come il tema dell’edilizia scolastica, le problematiche della didattica a distanza e dell’alternanza scuola-lavoro, oggi PCTO (percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento).

Nella seconda parte, invece, presentiamo un vademecum sulla sicurezza intitolato “Come difendersi dal Covid” rivolto soprattutto ai lavoratori, sul come evitare il rischio contagi, curato da lavoroinsicurezza.org. In particolare indichaimo quali siano le misure strutturali ed organizzative più efficaci, quelle igienico-sanitarie, quali i DPI più indicati, in particolare per le vie respiratorie ed, infine, le norme di sicurezza base in caso di Didattica a Distanza Integrata. Questo a partire dalle norme in vigore, ma anche con l'idea di spingere per una loro maggiore rigorosità

“Sicuri, a scuola. Diritti e sicurezza ai tempi del Covid19” è disponibile in formato Epub in vari store online: Amazon; Bookrepublic Store; Giunti al punto; Kobo; Libraccio; Libreria Coop; Tolino-IBS.

 

Ricordiamo che alla sezione dedicata a lavorinsicurezza.org del nostro sito è attivo il servizio a domanda risposta presso il quale gli utenti possono porre i loro interrogativi riguardo la sicurezza sui luoghi di lavoro, nello specifico di questo caso la scuola, consultando anche quelle fatte da altri.

Scarica - icona

 

Appunti Flc n°51 del 05/09/2020

In questo numero speciale si parla di:

1.  Siamo in attesa della pubblicazione delle date di convocazione per le assegnazioni da GPS .

Molto probabile, a differenza di quanto detto in precedenza, che le convocazioni si svolgano in presenza

    Vi chiediamo di controllare frequentemente il sito web dell’USP di Mantova

 2.   Nota Capo Dipartimenti MI: valutazioni punteggi GPS

 3. Sedi di assegnazioni sedi lontane nelle Immissioni a tempo indeterminato:

      iniziativa Unitaria delle OS regionali

 4.  Comunicato FLC Lombardia: scuole senza docenti

 5.  Manifestazione nazionale priorità alla scuola"        

 Chiuso in redazione alle ore 11:59

 

Cordialmente

Flc Cgil Mantova

 

 

Appunti Flc n°50 del 03/09/2020

 

Scuola: il nostro fascicolo di avvio anno scolastico 2020/2021

L’anno scolastico 2020/2021 parte tra molte e inedite difficoltà: la riapertura delle scuole in presenza, con l’incognita di una possibile nuova diffusione del contagio da Covid-19, rende problematiche le operazioni di avvio dell’anno scolastico.

Scarica il fascicolo

Certamente, come FLC CGIL, abbiamo più volte ribadito che riteniamo estremamente povero e diseguale il modello di didattica che si è dovuto realizzare a distanza durante i lunghi mesi di chiusura che hanno attraversato l’anno scolastico 2019/2020. Tantissimi studenti sono rimasti esclusi da qualsiasi forma di apprendimento scolastico, soprattutto i più deboli, coloro che per diversi motivi non ricevono supporto dall’ambiente familiare e territoriale, supporto economico, sociale o culturale; coloro che, in ragione della fascia d’età o delle diverse abilità, non sono in condizione di accedere agli strumenti informatici. Abbiamo sostenuto, pertanto, la necessità della scuola in presenza in condizioni di sicurezza.

Da subito abbiamo dato disponibilità, come è accaduto per gli esami di Stato, a confrontarci per individuare una cornice che servisse a tradurre nelle scuole le linee guida del CTS e abbiamo sottoscritto il protocollo d’intesa nazionale sulla sicurezza per garantire l’avvio dell’anno scolastico; il protocollo però non è un passepartout per riaprire le scuole, sono necessari ulteriori provvedimenti di legge ad hoc, di cui sollecitiamo l’urgente predisposizione, con un significativo cambio di rotta rispetto alle politiche di tagli che hanno attraversato la scuola.

Il nostro fascicolo di inizio anno si propone di fornire a docenti, dirigenti e personale ATA, che insieme danno forza alla comunità educante, un essenziale strumento di orientamento tra le principali novità normative che accompagneranno la scuola in questa fase complicata e difficile.

Come sempre, siamo al fianco dei lavoratori della scuola per sostenere una istituzione centrale per la tenuta democratica del nostro Paese, a tutela del diritto fondamentale all’istruzione, che la nostra Costituzione assegna al sistema scolastico.

Francesco Sinopoli

Segretario generale FLC CGIL

Agosto 2020

IL GIORNALE DELLA FLC CGIL DI MONZA E BRIANZA: AGOSTO 2020

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 49 del 27/8/2020

 

N. 3 NOTIZIARIO UIL SCUOLA IRC - Uil Scuola Lombardia - Coord. Insegnanti di Religione Cattolica

 

Riaprire le scuole in sicurezza dev’essere oggi l’obiettivo di tutti

Attacchi incomprensibili e infondati ai sindacati non aiutano a risolvere i problemi

Far ripartire le attività scolastiche in presenza è l’obiettivo per il quale da mesi stiamo lavorando, convinti che il diritto all’istruzione meriti di essere considerato da tutti un’assoluta priorità, da sostenere con forza non a parole, ma attraverso una politica di forte e significativo investimento, ancor più nel momento in cui è indispensabile adottare particolari modalità organizzative a tutela della salute dell’intera comunità sociale, non solo di quella scolastica.

Abbiamo per questo contribuito alla redazione del protocollo per il rientro a scuola in sicurezza il 1° settembre, ancora inattuato, così come avevamo a suo tempo collaborato attivamente alla stesura di quello che ha consentito di svolgere serenamente e positivamente gli esami di stato in presenza.

Si fa perciò molta fatica a trovare argomenti che possano giustificare i pesanti attacchi rivolti da più parti ai sindacati, tacciati ancora una volta, in modo generico e indistinto, di essere un freno ad un altrettanto generico e indecifrabile “cambiamento”. Difficile non cogliervi il tentativo di sviare l’attenzione dalle vere urgenze su cui oggi sarebbe necessario e doveroso concentrare l’attenzione, risolvendo le troppe incognite che tuttora permangono a pochi giorni dal rientro a scuola. Sviare l’attenzione dalle urgenze e dalle connesse responsabilità, che investono prima di tutto e soprattutto chi è investito di funzioni di governo.

Il sindacato, vale la pena ricordarlo, non possiede poteri decisionali, attribuiti a chi governa, ma esercita una rappresentanza sociale svolgendo in un contesto di libertà e pluralismo funzioni il cui valore è riconosciuto dalla Costituzione. Preoccupante che qualcuno consideri tutto questo come un fastidioso impiccio, paventando - come accade nei peggiori contesti totalitari - indimostrabili e inesistenti “sabotaggi”.

Su quale sarà la reale situazione alla ripresa delle attività scolastiche saranno poi i numeri a dire la verità: quanti insegnanti stabilmente al lavoro il prossimo 1° settembre, per accogliere le alunne e gli alunni, quante aule pronte con le distanze di sicurezza, quanti banchi monoposto arrivati in tempo nelle scuole.

Questioni note da tempo e per le quali abbiamo ripetutamente sollecitato interventi adeguati, che non possono certamente essere sostituiti da inaccettabili attacchi.

Al professor Galli della Loggia vogliamo dire che fra i tanti italiani che ignorano l’esistenza di uffici dei sindacati scuola nelle stanze del ministero ci siamo anche noi. Ammesso e non concesso che riservare uno spazio ai rappresentanti dei lavoratori sia da considerarsi illecito e/o disdicevole, non abbiamo infatti mai avuto, né abbiamo, uffici all’interno del Ministero. Li hanno, come previsto dalla legge 300 per chi rappresenta i lavoratori pubblici e privati, i sindacati che organizzano i dipendenti del Ministero, peraltro nel piano interrato e non al piano di ingresso. Noi non ne abbiamo e non ne avremmo bisogno, così come possiamo fare a meno delle lezioni del professore, quando sono così maldestramente imbastite. Ci serve invece trovare, al Ministero, spazi e occasioni di confronto nelle quali non abbiamo mai fatto “ostruzionismi” ma abbiamo sempre dato un positivo contributo alla soluzione dei problemi. Con osservazioni, proposte, accordi e intese, assunte sempre con chiarezza e responsabilità. Lo stesso che abbiamo fatto nei mesi di più acuta emergenza e vorremmo continuare a fare anche oggi, nell’interesse della scuola e del Paese.

FLC CGIL

Francesco Sinopoli

CISL FSUR

Maddalena Gissi

UIL Scuola RUA

Giuseppe Turi

SNALS Confsal

Elvira Serafini

GILDA Unams

Rino Di Meglio

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 48 del 20/8/2020

 

Uil Scuola Lombardia - Coord. Insegnanti di Religione Cattolica - Coordinamento Insegnanti di Religione Cattolica UIL SCUOLA LOMBARDIA

 

Test sierologici su base volontaria per docenti e ATA: circolare Ministero della Salute

Con nota 8722 del 7 agosto 2020 il Ministero della salute ha trasmesso le indicazioni operative per avviare un programma di test sierologici sull’intero territorio nazionale, destinato al personale docente e ATA delle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido.

La misura di prevenzione, già inserita nell’Ordinanza Ministeriale 17 del 24 luglio 2020 del Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, è da effettuarsi su base volontaria in tempo utile a partire dal 24 agosto 2020 e fino alla settimana antecedente l’inizio delle attività didattiche, ma anche dopo per chi prenderà servizio a seguire.

Incaricato dell’esecuzione sarà il medico di medicina generale che ha il personale interessato tra i propri assistiti; in caso di personale privo di medico nel luogo di domicilio lavorativo, il test verrà effettuato presso il Dipartimento di prevenzione della ASL.

Le operazioni coinvolgono, oltre al Ministero dell’Istruzione, anche le Regioni, le province autonome, i Comuni, le ASL, l’Ordine dei medici, le Ragionerie di Stato, i Servizi statistici dei ministeri in una sorta di interscambio nella gestione dei monitoraggi, dei dati e degli esiti.

La nota non riporta indicazioni specifiche per le scuole, dal momento che tutte le operazioni sono previste esternamente ad esse e nel rispetto delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali in ambito sanitario.

 

Comparto Istruzione e Ricerca. Proclamazione sciopero

 

[ALL'ALBO SINDACALE e ai DOCENTI DI RELIGIONE C.] notizie insegnanti di Religione Cattolica - UIL

 

AppuntiEffelleci n. 42 Mantova del 6/8/2020 

 

IL GIORNALE DELLA FLC CGIL DI MONZA E BRIANZA: LUGLIO 2020

 

INSEGNANTI DI RELIGIONE CATTOLICA - un nuovo coordinamento nella UIL Scuola Lombardia

 

[Sindacato FederATA] Basta considerare il personale ATA l’ultima ruota del carro!!!

 

Luglio 2020

AppuntiEffelleci n. 41/2020 Mantova 

 

Scuola: ripartenza in presenza e in sicurezza, proseguono gli incontri - FLC CGIL

La ripartenza del prossimo anno scolastico in presenza e in sicurezza continua ad essere il tema al centro dell’attenzione non solo degli addetti ai lavori. Tutte le notizie.

Dopo l’incontro tra il Ministero dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali del 22 luglio scorso, svoltosi con particolare attenzione alle disponibilità economiche, per le prossime ore è stato definito un programma serrato di incontri.

Il primo tavolo di confronto è convocato per il 29 luglio ed avrà come tema di discussione il tema degli organici per il prossimo anno scolastico. In quella occasione ribadiremo l’importanza di potenziare l’organico docente, educativo ed ATA per poter permettere una didattica in presenza in piena sicurezza. Si tratta di un investimento strategico che permetterebbe il lavoro in gruppi con un numero di alunni ridotto, con evidenti benefici didattici e riduzione dei rischi di contagio.

Il secondo tavolo di confronto è convocato per il 30 luglio e riguarderà il protocollo sulla sicurezza. Si tratta di un appuntamento fondamentale al fine di condividere modalità di ripresa delle attività didattiche a settembre che siano effettivamente in presenza e in condizioni di sicurezza per tutti, personale scolastico e studenti.

Infine, il 30 luglio si svolgerà un terzo incontro per la definizione del contratto collettivo integrativo nazionale sul “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa” destinato a retribuire le attività aggiuntive del personale scolastico. La disponibilità di queste risorse (circa 800 milioni di euro) fin dal prossimo primo settembre risulta di particolare rilevanza al fine di mettere le scuole nelle migliori condizioni per poter affrontare i problemi che la diffusione del COVID-19 ha comportato per il sistema scolastico.

 

 

PACCHETTI Corsi di Informazione e formazione obbligatorio dei lavoratori sul rischio biologico (anticontagio COVID-19) ai sensi degli artt. 36, 37 del D.Lgs 81/08 e smi

sono presentate di seguito 2 possibili opzioni per la formazione/informazione dei lavoratori sul rischio biologico (anticontagio COVID-19) ai sensi degli artt. 36, 37 del D.Lgs 81/08 e smi:
 
Opzione 1)  Piattaforma con contenuti organizzati in MODULI DIDATTICI CON SLIDES - Costo: 1664 €  (NON VALIDO come aggiornamento quinquennale per i lavoratori)  - Codice MEPA: COVID_200_SLIDES

Opzione 2) Piattaforma più performante con contenuti organizzati in MODULI DIDATTICI AUDIO-VIDEO - Costo: 2080 € (VALIDO come aggiornamento quinquennale per i lavoratori) - Codice MEPA: COVID_200_VIDEO

 
Opzione 1) Versus Opzione 2):
  • Per entrambe il N° di partecipanti totale deve risultare compreso tra 100 e 200 unità;
  • Entrambe prevedono un corso online da 4 ore;
  • Il corso dell'opzione 2 è valido ai fini di aggiornamento quinquennale dei lavoratori (4 ore delle 6 previste);  
  • L'Opzione 1 richiede necessariamente (al fine della validazione dell'attestato da parte dell'organismo Paritetico), che ciascun corsista a completamento del corso invii la scansione del TEST FINALE firmato e un documento di riconoscimento. Quest'ultima procedura con l'Opzione 2 non è richiesta. Infatti, la piattaforma (più performante rispetto alla precedente) prevede l'inserimento del solo identificativo del documento di riconoscimento che il corsista inserisce al momento dell'iscrizione al corso.
 
Entrambe le soluzioni sono acquistabili sulla piattaforma MEPA (i prezzi includono IVA e INARCASSA) tra i prodotti di formazione forniti dallo Studio Tecnico Ing. Marco Corrado.  
 
I corsisti saranno supportati per qualunque difficoltà o problema riscontrato in piattaforma. 
 

 Studio Tecnico Ing. Marco Corrado - Centro di Formazione Autorizzato

 

Scuola, protocollo sicurezza e ripartenza: i sindacati incontrano la Ministra Azzolina - FLC CGIL

Nella mattinata di giovedì 16 luglio si è svolto in video collegamento un breve incontro tra i sindacati e la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in merito alle norme di sicurezza anti-Covid da adottare per l’avvio del prossimo anno scolastico.

Al termine dell’incontro i cinque sindacati maggiormente rappresentativi della scuola hanno reso noto un comunicato unitario.

Il resoconto dettagliato con le posizioni emerse nel corso dell’incontro e il nostro commento è invece disponibile a questo indirizzo.

Venerdì mattina 17 luglio, gli stessi sindacati terranno una videoconferenza stampa sui principali nodi da sciogliere per l’inizio dell’anno scolastico: risorse economiche, distribuzione degli alunni per classe, organizzazione di orari e didattica, assunzioni dei precari. Sarà possibile seguire la conferenza stampa in diretta sulla nostra pagina Facebook e su www.flcgil.it.

  

CONCORSO STRAORDINARIO - INCONTRO IN VIDEOCONFERENZA 16 LUGLIO 2020 ORE 14:00 -GILDA-UNAMS/SNADIR

 

AppuntiEffeleci Cgil Mantova n. 38 del 12/7/2020

In questo numero 38/2020 parliamo di:

1)Docenti: Graduatorie provinciali e d’istituto.

 A breve la pubblicazione dell’ordinanza ministeriale che fisserà i termini per la presentazione della domanda tramite istanze on line.

La Flc Cgil di Mantova organizzerà la consulenza tramite videoconferenze e in presenza.

Per prenotare la partecipazione al laboratorio illustrativo della procedura di inserimento nelle GPS, cliccare qui:

Iscrizione al Laboratorio pratico per l'inserimento nelle GPS - FLC CGIL Mantova

Modalità, data e orario di partecipazione verranno comunicate via email

La partecipazione al Laboratorio e alla consulenza è riservata agli iscritti 

 

 Per contattarci usate e-mail e numeri di cellulare indicati nell’ultima pagina degli AppuntiEffelleci.

 La consulenza,in presenza, si effettuerà solo nella sede di Mantova.

 Nel frattempo si possono avere notizie visionando la diretta Facebook

http://www.flcgil.it/scuola/precari/graduatorie-provinciali-e-istituto-diretta-facebook.flc

 

 2)Aggiornamento graduatorie d'istituto: si possono e si devono fare interventi migliorativi nell'interesse della scuola e di chi ci lavora

Già nel confronto con i sindacati diversi aspetti sono stati modificati in meglio: valutazione del servizio, diritto al completamento e valorizzazione della specializzazione su sostegno. È giusto ora fare dei passi in avanti anche sui titoli e sulla tempistica.

Leggi tutto

http://www.flcgil.it/scuola/precari/aggiornamento-graduatorie-d-istituto-si-possono-e-si-devono-fare-interventi-migliorativi-nell-interesse-della-scuola-e-di-chi-ci-lavora.flc

 

 3)Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2020/2021 personale docente, educativo e ATA

Vuoi prenotare una consulenza? Clicca qui

 Prenotazione Consulenza Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie AS 2020/21

 

 4)Concorso Straordinario per il ruolo. Domande dall’11 luglio al 10 agosto.

 Pubblicato in Gazzetta ufficiale la rettifica al precedente Bando:

 Procedura straordinaria, per titoli ed esami, per l'immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno. Modifiche e integrazioni al decreto 23 aprile 2020, n. 510. (Decreto n. 783)

 Leggi tutto

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-07-10&atto.codiceRedazionale=20E07751

 

 5)Docenti ricorrenti diplomati magistrali

Alla luce della lettera mandata dai nostri legali ai ricorrenti diplomati magistrali, in vista delle udienze di ottobre, tenuto conto dell’andamento di tutti i ricorsi, per condividere e dare le necessarie informazioni, l’ufficio legale della FLC sta organizzando riunioni informative per strutture e ricorrenti che si svolgeranno col seguente calendario e con le seguenti modalità:

14 luglio, dalle ore 16 alle ore 18, tutti i ricorrenti delle strutture del Centro Italia (Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, Sardegna)

15 luglio, dalle ore 16 alle ore 18, tutti i ricorrenti delle strutture del Sud Italia (Puglia, Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia)

17 luglio, dalle ore 16 alle ore 18, tutti i ricorrenti delle strutture del Nord Italia (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Veneto, Bolzano, Trento, Friuli, Venezia Giulia)

Ai ricorrenti sarà inviato e messo a disposizione un link per seguire diretta su You Tube (sarà inviato per mail come il precedente avviso).

Le strutture coordinandosi con i propri regionali faranno partecipare ricorrenti selezionati nella riunione su meet, per fare le domande in diretta ad avvocati e a struttura nazionale. Sarà certo possibile raccogliere le domande che i ricorrenti vorranno fare. È importante seguire le modalità indicate per permettere un corretto svolgimento della riunione informativa, visto che i ricorrenti sono oltre 4.000. All’incontro parteciperanno gli avvocati Barsanti Mauceri e Americo, oltre a Pascarella e Rapezzi della Flc Cgil nazionale.

 

 

 6)Iscrizione fascia aggiuntiva graduatorie concorsuali 2016, le domande dal 10 al 17 luglio

L'istanza potrà essere fatta a partire dalle 9.00 del 10 luglio e fino alle 23.59 del 17 luglio su Istanze on Line.

Un avviso del 9 luglio 2020 del Ministero dell'istruzione ha fornito le date per la presentazione delle domande: l'istanza potrà essere fatta a partire dalle 9.00 del 10 luglio e fino alle 23.59 del 17 luglio su Istanze on Line.

Ricordiamo che la materia è regolamentata dal Decreto Ministeriale 40 del 27 giugno 2020.

La procedura riguarda i docenti inseriti nelle graduatorie di merito dei concorsi ordinari del 2016 (DDG 105, 106, 107 del 23 febbraio 2016) che potranno essere inseriti in una fascia aggiuntiva al concorso straordinario primaria e infanzia e al concorso 2018 della secondaria.

Il docente interessato, in relazione a ciascuna graduatoria in cui è collocato (o come vincitore o come idoneo), può presentare domanda per una sola regione, che sia la medesima nella quale è già presente, oppure una diversa.

La domanda è presentata su base volontaria.

Ogni candidato sarà inserito nella fascia aggiuntiva con il medesimo punteggio che già possiede nella graduatoria di origine. Queste fasce aggiuntive saranno utilizzate annualmente a partire dal 2020/2021 sino al loro esaurimento.

avviso del 9 luglio 2020 presentazione istanze online iscrizione fasce aggiuntive graduatorie concorso scuola infanzia e primaria e scuola secondaria di primo e secondo grado

 

 7)Avvio anno scolastico 2020/2021: illustrato il “Piano per la formazione dei docenti per l’educazione civica”

Verranno attivati 1.250 moduli formativi della durata di 40 ore. La FLC CGIL ritiene le risorse stanziate insufficienti per una formazione diffusa. È necessario che i referenti di scuola vengano individuati dal Collegio dei docenti.

 

http://www.flcgil.it/scuola/docenti/avvio-anno-scolastico-2020-2021-illustrato-piano-formazione-docenti-educazione-civica.flc

 

Scuola, mobilità annuale: domande dal 13 al 24 luglio - FLC CGIL

Il personale della scuola (docente, educativo ed ATA) ha la possibilità di partecipare alla “mobilità annuale”, cioè di poter prestare servizio per un anno, in una scuola diversa da quella in cui si è titolari o assegnati da ambito territoriale, nella stessa o di altra provincia, senza modificare la propria sede di titolarità. Due gli istituti possibili: l’utilizzazione e l’assegnazione provvisoria.

Mercoledì 8 luglio è stato sottoscritto in via definitiva il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per il personale docente, educativo e ATA - triennio 2019-2022. Scarica il testo del CCNI.

L’incontro in remoto ha rappresentato l’occasione per chiarire anche i tempi e le modalità di attuazione che regoleranno la prossima mobilità annuale: il Capo Dipartimento dott. Bruschi, ha indicato nei termini dal 13 luglio al 24 luglio il periodo utile alla presentazione delle domande.

Nello speciale sarà presto disponibile la scheda di approfondimento dove viene riassunta la normativa e fornite utili informazioni e indicazioni per districarsi nella compilazione delle domande.

 

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 37 del 9/7/2020

 

COMUNICATO STAMPA NAZIONALE 6.7.2020

 UNICOBAS SCUOLA E COBAS SCUOLA SARDEGNA: GOVERNO BOCCIATO.

FERIE BLOCCATE? NO, GRAZIE! SCIOPERO GENERALE SCUOLA 24 E 25 AGOSTO

Scarica qui il comunicato

 

COMUNICATO AIDA - c.a. del D.S., del D.S.G.A. e di tutto il personale scolastico

L’AIDA Scuole, Associazione di categoria dei Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) degli Istituti Scolastici Statali di ogni ordine e grado invia in allegato il comunicato in oggetto con invito di affissione all’albo sindacale dell’istituzione scolastica di appartenenza.

Seguire questo il link per scaricare il  comunicato:

 

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 36 del 6/7/2020

In questo numero si parla di:

Graduatorie provinciali e d’istituto: diretta Facebook il 7 luglio

Facciamo il punto con la FLC CGIL: analizzeremo le prime anticipazioni sull’ordinanza.

 

7 LUGLIO DIRETTA FACEBOOK

 

La diretta Facebook di martedì 7 luglio 2020 alle ore 10.30 sarà una prima occasione per analizzare le anticipazioni sull’ordinanza ministeriale relativa alle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) e le graduatorie d’istituto.

Sono temi delicati che stanno a cuore a tanti lavoratori precari, laureati, docenti di sostegno specializzati o con servizio pluriennale.

Parleremo di valutazione dei servizi, titoli di accesso, modalità di convocazione e tanto altro.

Collegatevi alla nostra pagina Facebook per chiedere informazioni e chiarire tanti dubbi, ma anche per consegnarci le vostre considerazioni o proposte.

 

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 35 del 2/7/2020

 

SNADIR NOTIZIARIO-LOMBARDIA - N.12-2020

 

Piano Scuola: emanate le linee guida per la ripartenza - FLC CGIL

Dopo aver acquisito il parere della conferenza Stato-Regioni, la Ministra Azzolina ha firmato il Decreto Ministeriale 39 del 26 giugno 2020 con il quale è stato emanato il Piano Scuola contenente le linee guida per la ripartenza a settembre del prossimo anno scolastico. Vengono definite responsabilità a tutti i livelli. Nei prossimi giorni forniremo materiali più puntuali sugli aspetti più delicati del Piano. Continua a leggere la notizia.

Nonostante alcune lievi aperture, restano le criticità già presentate alla Ministra dell’Istruzione durante l’incontro del 24 giugno. Inoltre, resta il rischio che senza un investimento di prospettiva pluriennale che guardi anche al futuro della scuola, si scaricherà sulle autonomie scolastiche e sui dirigenti la responsabilità di scelte e soluzioni che aumenteranno, anziché diminuirle, le disuguaglianze già presenti nel nostro Paese.

È apprezzabile, da questo punto di vista, l’annuncio di un ulteriore miliardo di euro che il Governo ha intenzione di stanziare per la scuola. La Ministra Azzolina e il Governo sembrano aver cominciato a comprendere quel che stiamo predicando da mesi: la scuola, per ripartire, ha bisogno di investimenti, di risorse nuove per garantire spazi, organico, tempo scuola e scongiurare il ricorso alla didattica a distanza. Continua a leggere la notizia.

 

 

Giugno 2020

FLC CGIL MONZA E BRIANZA - GIORNALE DEL 26 GIUGNO 2020

 

USB Scuola: assemblea 15 luglio su concorsi e corsi di formazione per concorsi

 

Assemblea sindacale del 29 giugno 2020 rivolta ai facenti funzione DSGA ed agli interessati alla procedura concorsuale in corso - CGIL

 

Ferie del personale della scuola: la situazione determinata dal COVID-19 non prevede limitazioni di fruibilità - FLC CGIL

In questi giorni continuiamo a ricevere richieste di chiarimenti relativi alla fruizione delle ferie da parte del personale della scuola, docente, educativo ed ATA. Questo avviene soprattutto in relazione al fatto che in alcune realtà si sta mettendo in atto una limitazione del periodo estivo entro cui prendersi le ferie (ad esempio, non oltre il 20 agosto).

Sul sito nazionale riportiamo - in maniera sintetica - le disposizioni che regolano la materia.

Leggi la nostra scheda.

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 32 del 18/6/2020 

 

Fed. Gilda-Unams/SNADIR Lombardia - Notiziario

 

PON “Per la scuola”: pubblicato l’avviso per la realizzazione di smart class nelle scuole secondarie di II grado

L’autorità di gestione (AdG) del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola - Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020,  con nota 11978 del 15 giugno 2020, ha emanato un Avviso pubblico finalizzato alla realizzazione di smart class per le scuole statali del secondo ciclo.

Si tratta del terzo intervento del PON Scuola a supporto delle scuole che vogliono attivare forme di didattica digitale a seguito dell’emergenza epidemiologica connessa al diffondersi del Coronavirus e alle relative misure restrittive imposte alla popolazione

In precedenza erano stati emanati avvisi relativi al I ciclo (nota 4878/20) e all’istruzione degli adulti (nota 10478 del 6 maggio 2020).

Ogni scuola può presentare un solo progetto ed ogni progetto può essere finanziato per massimo 10 mila euro. Le candidature possono essere presentate dalle ore 10 del 16 giugno 2020 alle ore 12 del 24 giugno 2020.

L’avviso rientra tra le priorità delle Azioni #4 (Ambienti per la didattica digitale integrata) e #6 (Linee guida per politiche attive di BYOD) del Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD). A tal fine una parte delle risorse del PNSD saranno utilizzate per finanziare i progetti presentati dalle scuole collocate nelle Regioni più sviluppate.

questo link la scheda di lettura dell’Avviso.

In precedenza l’AdG aveva pubblicato una serie di FAQ relative alla realizzazione delle attività formative finanziate durante l’emergenza epidemiologica che stiamo vivendo.

questo link la notizia sulla rimodulazione del piano banda ultra larga che stanzia 400 milioni di euro per collegare oltre 32 mila plessi.

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 31 del 11/6/2020

 

Emergenza sanitaria e lavoro ATA all’avvio dell’anno scolastico, le proposte della FLC CGIL

#ATAnews è una rassegna specificatamente dedicata dalla FLC CGIL nazionale al personale ATA. Propone periodicamente un riepilogo correlato alle notizie più significative, pubblicate sul sito nazionale per valorizzare la collocazione dei lavoratori ATA nella vertenza generale sulla professionalità e sul contratto. È un resoconto centrato sulle nostre attività politico-sindacali-legali e sui risultati ottenuti.

In questo numero ci soffermiamo sul lavoro del personale ATA e le nostre proposte per la ripresa dell’attività scolastica il prossimo settembre.

Scarica il n. 5/2020.

 

Scuola: sciopero e manifestazioni in tutta Italia per chiedere la riapertura in sicurezza - FLC CGIL

Lunedì 8 giugno si è svolto lo sciopero generale del personale docente, dirigente e ATA della scuola indetto da FLC CGIL, Cisl Scuola, Uil scuola, Snals Confsal e Gilda Unams per rivendicare investimenti e garanzie per la ripresa delle lezioni a settembre in presenza e in sicurezza. E proprio all’insegna della sicurezza si sono svolte le centinaia di manifestazioni in tutta Italia, perché i sindacati hanno voluto evitare l’affollamento di una manifestazione nazionale. Le lavoratrici e i lavoratori hanno manifestato alcuni davanti alle proprie scuole, a Roma al ministero dell’Istruzione, altri con flash mob sparsi per le città. Un modo inedito e diffuso di far sentire la propria voce e dare visibilità a una significativa iniziativa sindacale. Le foto su Facebook.

La proclamazione dello sciopero dell’8 giugno è stata una scelta obbligata: troppa la distanza tra quanto necessario alla scuola pubblica per garantire la ripartenza a settembre in presenza e in sicurezza, e quanto assicurato dalla Ministra Azzolina. Il personale della scuola, le famiglie e con loro i sindacati, temono che le scuole possano non riaprire, o che riaprano in condizioni di emergenza. Ferma restando l’importanza di ricominciare il nuovo anno scolastico in presenza, visto che la didattica a distanza ha rappresentato una soluzione emergenziale che, purtroppo, ha creato disagi e diseguaglianze, è difficile, nelle condizioni date, assicurare il distanziamento e la sicurezza in aule scolastiche spesso sovraffollate o comunque non sufficientemente capienti.

Le ragioni dello sciopero che era già stato proclamato il 6 marzo, ma poi ritirato per senso di responsabilità, si sono addirittura moltiplicate in questi tre mesi che hanno travolto le condizioni di vita e di lavoro delle scuole.

Il ministero con il “Decreto Rilancio” ha stanziato per la scuola circa 1,4 miliardi di euro, una cifra già insufficiente prima della pandemia, figurarsi ora che i problemi e i bisogni sono cresciuti in modo esponenziale, mettendo a nudo le fragilità già presenti nel nostro sistema scolastico dopo da anni di tagli, disinvestimenti e precarietà del lavoro.

Lo sciopero, nonostante il momento difficile e le scuole ancora chiuse, è una scelta di campo ben precisa: dalla parte dei lavoratori e degli studenti, per una scuola sicura e di qualità. Perché la scuola pubblica diventi una risorsa strategica per un diverso modello di sviluppo e nulla sia più come prima.

 

 

Anief - NOTA SINDACALE – Chiarimenti Ferie personale ATA

 

[Sindacato Feder.ATA] VUOI DIVENTARE INSEGNANTE? MASTER E 24CFU ONLINE, CERTIFICAZIONI INFORMATICHE E LINGUISTICHE

Locandina 24 CFU

 

AppuntiEffelleci Cgil Mantova n. 30 del 4/6/2020

 

[FLC CGIL] Scuola, sciopero 8 giugno: le ragioni della protesta. Come aderire

 

sindacati FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal e FGU GILDA Unams hanno indetto lo sciopero di tutto il personale della scuola statale per l’intera giornata di lunedì 8 giugno. L’incontro che si è svolto il 29 maggio con il Ministero dell’Istruzione per il tentativo di conciliazione, in seguito alla proclamazione dello stato di agitazione, ha lasciato infatti del tutto insoddisfatti i sindacati che l’avevano richiesto.

Eccezion fatta per l’aggiornamento delle graduatorie dei supplenti, proposta che aveva già trovato risposta risolutiva nel testo di conversione del Decreto Scuola approvato nei giorni scorsi dal Senato, su tutte le altre questioni esposte nella lettera inviata per il tentativo di conciliazione le organizzazioni sindacali hanno dovuto prendere atto della totale assenza di precisi impegni da parte dell’amministrazioneLe ragioni dello sciopero.

I sindacati promotori dello sciopero hanno anche sottoscritto un manifesto che sintetizza le loro richieste e le loro proposte per la ripartenza della scuola in presenza, in sicurezza, a partire da quello che manca e da ciò che serve e si può fare subito.

Per ciò che riguarda le procedure di comunicazione ed adesione allo sciopero restano confermate le consuete regole. Resta valido quanto previsto dalla normativa vigente (in particolare, l’accordo del 1999 di attuazione della legge 146/90 nel comparto scuola, allegato al CCNL 1998/2001), anche durante il servizio svolto a distanza (DaD e smart working) derivante dall’emergenza sanitaria.

I sindacati hanno predisposto una scheda con indicazioni utili, adempimentiprocedure modalità di adesione allo sciopero, anche per coloro che il giorno 8 giugno saranno impegnati negli scrutini finaliScarica la scheda unitaria.

Segui gli aggiornamenti sullo sciopero

 

Comparto Istruzione e Ricerca - Settore Scuola. Sciopero nazionale proclamato per per il giorno 8 giugno 2020

 

AppuntiEffelleci Mantova n.29 del 1/6/2020

 

[Sindacato Feder.ATA] ORGANICO ATA-CI ERVAMO ILLUSI- FederATA scrive al Ministro Azzolina

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.